giovaniemissione.it

Lc 5, 1-11: Chiamati a servire

campo di Roma 2008



CHIAMATI A SERVIRE
Lc 5,1-11

1Un giorno, mentre, levato in piedi, stava presso il lago di Genèsaret 2e la folla gli faceva ressa intorno per ascoltare la parola d Dio, vide due barche ormeggiate alla sponda. I pescatori erano scesi e lavavano le reti. 3Salì in una barca, che era di Simone, e lo pregò di scostarsi un poco da terra. Sedutosi, si mise ad ammaestrare le folle dalla barca.
4Quando ebbe finito di parlare, disse a Simone, "Prendi il largo e calate le reti per la pesca". 5Simone rispose: "Maestro, abbiamo faticato tutta la notte e non abbiamo preso nulla; ma sulla tua parola getterò le reti". 6E avendolo fatto, presero una quantità enorme di pesci e le reti si rompevano. 7Allora fecero cenno ai compagni dell'altra barca, che venissero ad aiutarli. essi vennero e riempirono tutte e due le barche al punto che quasi affondavano. 8Al veder questo, Simon Pietro si gettò alle ginocchia di Gesù, dicendo: "Signore, allontanati da me che sono un peccatore". 9Grande stupore infatti aveva preso lui e tutti quelli che erano insieme con lui per la pesca che avevano fatto; 10così pure Giacomo e Giovanni, figli di Zebedèo, che erano soci di Simone. Gesù disse a Simone: "Non temere; d'ora in poi sarai pescatore di uomini". 11Tirate le barche a terra, lasciarono tutto e lo seguirono.


Un metodo di lettura:

CHI:                   le persone che appaiono nel testo
DOVE:                luogo
COSA DICONO:    verbi dialoghi
COSA FANNO:     azioni
QUALI CONFLITTI, CONFRONTI, DIFFERENZE
QUALE VOLTO DI DIO APPARE
QUALE VOLTO DI GESÙ


Luca parla a gente come noi, forse poco avvezzi alle sacre scritture, anche se dotta in molte cose. Eppure egli cita l’Antico Testamento, lo ricalca, come nei cantici del Magnificat (Lc 1, 46-55) e il Benedetto (Lc 1,68-79).

Il suo Vangelo, la sua catechesi sembra svolgersi in due momenti e spazi:
In Galilea dove tutto sembra andare per il meglio, la predicazione, i miracoli, la folla, i discepoli, le controversie con scribi e farisei (la primavera galileana).
Verso Gerusalemme dove tutto inizia ad essere difficile (l’autunno gerosolimitano).

In questo testo cosa appare come più importante?
Cosa vuole dire Luca alla sua comunità, che ricordiamo non vive un momento facile?
Le parole di Gesù sembrano non avverarsi, l’oppressione di Roma si fa sentire e di li a poco ci sarà la distruzione di Gerusalemme e del Tempio (70 d.C.).


CHI:
Gesù
folla
pescatori
Pietro
DOVE:
lago
intorno
spiaggia

COSA DICONO:
Parola di Dio



COSA FANNO:
in piedi
ascoltano
lavano le reti


seduto
(scompare)



invita a pescare

gettano le reti




sulla Parola





sono peccatore

invita a essere

lasciarono tutto


suoi discepoli

lo seguirono




Luca cerca di dare un carattere storico alla sua catechesi, per renderla più chiara, autorevole. La chiamata non è improvvisa, la fama di Gesù si diffonde e ora egli chiama perché ha bisogno di aiuto, di compagni di viaggio, che prima siano Discepoli e poi Apostoli, ascoltatori e poi inviati.

I testi di questi capitoli parlano di: insegnamento, predicazione, guarigioni, esorcismo, vocazione.

La gente vuole ascoltare… anche noi; ma cosa ascolta la gente oggi? Dove c’è la ressa?
La folla scompare e si entra in un rapporto personale, Gesù–Pietro
Con gradualità Gesù invita Pietro, lo mette in azione, gli fa riconoscere un bene, e di lì la sua inadeguatezza, egli si getta ai suoi piedi, Lui lo rialza, lo invita a essere “pescatore di uomini” (Gv 21, 4-19).

Gesù dice: non temere.
Luca rivolge queste parole ai suoi ascoltatori, oppressi dai romani, dalle tasse, dai funzionari del tempio.
Cosa dice a noi…
Come sto: in piedi, seduto, in ginocchio
Reagisco all’invito di Gesù: getta le reti, seguimi.

Mi piace vedere questa scena immersa nella quotidianità in qualche modo, Gesù insegna e i pescatori li ascoltano immersi nel loro lavoro. Nel nostro lavoro sentiamo, vediamo ciò che c’è intorno …

Ancora scoraggiamento: non abbiamo pescato… anche noi possiamo sentire pessimismo

Il lago è anche un simbolo del mondo, la barca simbolo della comunità-chiesa.

Il mio mondo è calmo o c’è tempesta?
Ho una barca su cui salire,
una comunità con cui condividere la giornata,
il lavoro, l’incontro con Cristo?











Condividi questo articolo:

Registrati alla newsletter