venerdì 29 maggio 2015  
 

Giovani in Cammino
 GIM
 OrmeGiovani
 Parola ai giovani
 Attività e Campi
Testimoni
 Testimoni della Carità
 P.Alex Zanotelli
 Lettere dalla Missione
Spiritualità
 Catechesi
 Veglie e Preghiere
 Teologia della Missione
 Sfide per Crescere
Mondo e Società
 Sud del Mondo
 Temi Speciali
 Approfondimenti
 Campagne
 Centro Docum. Freire

Cerca nel Sito

Campagne
Advertisement

 
::   L' ORDINANZA DI PENTECOSTE  
Quando si apprestava ad attaccare l’Afghanistan per ritorsione contro l’attentato alle Torri gemelle, il presidente Bush usava termini forti: “Dobbiamo annientare, schiacciare il nemico!”. Franz Hinkelammert, un anziano economista tedesco adottato dall’America Latina, affermò che i verbi che stava usando il presidente Bush – ‘annientare, eliminare, uccidere’, etc - erano gli stessi termini che da bambino sentiva uscire dalla bocca di Hitler. E commentava: ‘Sono questi verbi che hanno formato il vocabolario mentale dei tedeschi di quell’epoca’. E dunque domandiamoci: qual è il vocabolario che sta formando la mente e il cuore dei nostri figli? Oggigiorno i verbi che prevalgono nel dibattito politico sono: “radere al suolo”, “cancellare”, “esodare”, etc. Sono verbi che suggeriscono che non è possibile un incontro tra diversi, e che l’unica modalità di relazione con ‘certa gente’ è la cancellazione. Lasceremo che siano questi verbi a formare la mentalità dei nostri bambini?
Segue...       

:: Campagna sulla tracciabilità dei minerali  

Nel 2015 esigiamo dal Parlamento Europeo un'ambiziosa legislazione per eliminare i minerali provenienti da aree di conflitto!

In molte zone del mondo dilaniate da conflitti, lo sfruttamento e il commercio delle risorse naturali, permette a numerosi gruppi armati, colpevoli di violazioni dei diritti umani ai danni della popolazione, di finanziarsi. Ognuno di noi può fare qualcosa per metter fine a questa violenza... 

Clicca qui per aderire alla campagna. 

In molte zone del mondo dilaniate da conflitti, lo sfruttamento e il commercio delle risorse naturali, permette a numerosi gruppi armati, colpevoli di gravissime azioni ai danni della popolazione, di finanziarsi. Acquistando risorse dalle aree di conflitto o ad alto rischio, le imprese europee potrebbero alimentare la violenza a scapito dei diritti umani, la pace e lo sviluppo. Quei minerali macchiati di sangue della guerra, finiscono poi nei nostri computer, nei nostri telefoni, nelle nostre automobili...

Allertata dai cittadini europei, la Commissione Europea ha suggerito una proposta di legge che mira ad assicurare un acquisto responsabile dei minerali da parte delle imprese quando questi sono estratti da zone in conflitto. L'obiettivo annunciato è quello di rompere il legame tra risorse naturali e conflitti, come nel caso della zona orientale della Repubblica Democratica del Congo dove da 15 anni mutilazioni, massacri, stupri, schiavitù e migrazioni di massa sono tra le sofferenze perpetrate ai danni della popolazione da parte dei gruppi armati che si finanziano per la maggior parte attraverso le ricchezze del suolo.

Purtroppo il testo proposto è decisamente insufficiente. Il testo non impone alle imprese di far luce sulle loro catene di acquisto, ma si accontenta di "incoraggiarle" su base volontaria. Inoltre, la Commissione Europea si limita a quattro minerali (oro, stagno, tantalio e tungsteno). La Commissione dimentica che esistono tuttavia numerose altre risorse minerarie nel mondo che contribuiscono alla violazione di diritti umani, come per esempio il rame, la giada e i rubini in Birmania, ma anche il carbone in Colombia o ancora i diamanti in Zimbabwe e nella Repubblica Centrafricana. Infine, il regolamento limita la sua influenza a sole 480 imprese europee. L'impatto sul territorio, quindi sulla popolazione, rischia di essere minimo.

La Commissione per il commercio internazionale (INTA) ha votato il 14 aprile per una legge molto debole. Ma nulla è perduto, perchè l'intero Parlamento europeo dovrà votare questo disegno di legge, in sessione plenaria, il 20 maggio, e può ancora rafforzarla.

Tre i principali gruppi politici che avranno un ruolo chiave: il Partito popolare europeo (PPE, Cristiano Democratici), Alleanza dei Democratici e dei Liberali per l'Europa (ALDE) e la Conservatori e Riformisti (ECR) europei.

Esigiamo dai parlamentari europei che votino a favore di una legge efficace che contribuisca a ristabilire la pace! 

 


:: LA CARTA DI MILANO: SOTTO LE PAROLE... NULLA  

Ora tutto il dibattito su questa Expo rischia di dover ruotare attorno ad un'unica fotografia: da un lato migliaia di persone entusiaste tra gli stand della grande Esposizione, dall'altra le auto bruciate e la città sfregiata. Ma non è così. Restano tutte le ragioni della critica ad Expo. Restano le tante persone che al di là dell'adesione alle manifestazioni continuano a pensare che occorre insistere nella critica e continuare ad avanzare proposte alternative su contenuti precisi.

Occorre ripartire dal grande convegno realizzato il 7 febbraio a Milano, costruendo consensi ampi, parlando a tutte e a tutti, perché il tema: “Nutrire il pianeta..energia per la vita”.. riguarda ognuno di noi e ben poco ha a che fare con quanto realizzato da questa EXPO.

Noi continueremo questo impegno - anche in previsione del grande convegno internazionale che si svolgerà a Milano venerdì 26 e sabato 27 giugno con la seconda edizione di: "Expo nutrire il pianeta o nutrire le multinazionali" - affinché: diritto all'acqua, diritto al cibo e giustizia sociale non siano solo degli slogan.

Segue...       

:: " DELL' ELMO DI SCIPIO SI È CINTA LA TESTA..."  

 

L’Alto Rappresentante della politica estera della UE, Federica Mogherini, sostenuta a spada tratta dal governo Renzi, da settimane sta premendo per ottenere dall’ONU il mandato per un’azione militare con lo scopo di distruggere i barconi degli scafisti nelle acque libiche e bloccare così l’esodo dei profughi. L’Italia sta brigando per essere capofila di questa coalizione militare che, con un’operazione navale e anche terrestre (così sostiene il Guardian) andrà a colpire gli scafisti.

Eppure se c’è una nazione che dovrebbe defilarsi è proprio l’Italia, particolarmente odiata dai libici come ex-potenza coloniale

Segue...       

:: Restiamo umani! Diventiamo terrestri!: Digiuno, perchè - don Albino Bizzotto  

 

 

Ognuno di noi ha sperimentato momenti di verità sulla propria vita. Ognuno si conosce come soggetto originale e irrepetibile, ma sa anche quanto la sua vita si spiga e dipenda dalle relazioni con gli altri. A ognuno di noi potrebbe essere toccata la sorte di qualsiasi altra persona vivente oggi nel mondo.

Conosciamo la gioia, ma anche la fatica e la fragilità del vivere e del convivere.

A volte dobbiamo affrontare situazioni gravi non previste e non desiderate, che mettono a repentaglio la stessa umanità, che ci appartiene. La crisi globale in cui ci troviamo non ci permette di usufruire più dello standard di vita e di relazioni cui eravamo abituati. Come singoli e come comunità non vorremmo mai finire nella situazione di quanti sono già nella disperazione e sono troppi.

Ho pensato molto in questi giorni a questa iniziativa di digiuno a sola acqua, salvo altra prescrizione medica, a tempo indeterminato salva la vita. Ho ben presenti i miei limiti di età e di tenuta degli equilibri fisici e psichici; so di espormi a tutte le opinioni e interpretazioni, anche negative del gesto, ma mi sono deciso egualmente a iniziarlo perché vorrei condividere questo momento – verità rispetto a due necessità che ci riguardano direttamente tutti.

Segue...       

Gli altri articoli...
 Titolo Data Hits
APRILE 2015 - MIRACOLI QUOTIDIANI - OrmeGiovani ComboniFem - Giovanna Ferrari 11-05-15 97
MARZO 2015 - COSA VUOI FARE DA GRANDE? - OrmeGiovani ComboniFem - Giovanna Ferrari 11-05-15 98
IL NAUFRAGIO DELL' EUROPA 27-04-15 227
L' AMORE PER I POVERI AL CENTRO DEL VANGELO. A proposito della proposta di radere al suolo i campi rom - A proposito della proposta di radere al suolo i campi rom 12-04-15 262
Diario di Pasqua - Lettera di Padre Filippo Ivardi dal Ciad 10-04-15 247
 
Comunicati

Comunità
 News Autogestite
 Foreign peoples and languages
 Comunicati
 MailingList
 Chi siamo
 Banner Sito
 Indirizzi Comboniani
Su Strade di PACE
 Carovana Pace 2008
 Laboratorio 2005
 Carovana Pace 2004
 Carovana Pace 2003
 Giubileo Oppressi 2002
 Giubileo Oppressi 2000

MaterialidiPACE

Links
 


 


:: Torna Sopra ::
    sponsored by NIMWAVE