giovedì 05 maggio 2016  
 

Giovani in Cammino
 GIM
 OrmeGiovani
 Parola ai giovani
 Attività e Campi
Testimoni
 Testimoni della Carità
 P.Alex Zanotelli
 Lettere dalla Missione
Spiritualità
 Catechesi
 Veglie e Preghiere
 Teologia della Missione
 Sfide per Crescere
Mondo e Società
 Sud del Mondo
 Temi Speciali
 Approfondimenti
 Campagne
 Centro Docum. Freire

Cerca nel Sito

Campagne
Advertisement

 
::   ACQUA. TRADIMENTO DI STATO  
Quello che è avvenuto il 21 aprile alla Camera dei Deputati è un insulto alla democrazia. Quel giorno i rappresentanti del popolo italiano hanno rinnegato quello che 26 milioni di italiani avevano deciso nel Referendum del 12-13 giugno 2011 e cioè che l’acqua deve uscire dal mercato e che non si può fare profitto su questo bene. I Deputati invece hanno deciso che il servizio idrico deve rientrare nel mercato, dato che è un bene di “interesse economico”, da cui ricavarne profitto. Per arrivare a questa decisione(beffa delle beffe!), i rappresentanti del popolo hanno dovuto snaturare la Legge d’Iniziativa Popolare (2007) che i Comitati dell’acqua erano finalmente riusciti a far discutere in Parlamento. Legge che solo lo scorso anno (con enorme sforzo dei comitati) era approdata alla Commissione Ambiente della Camera, dove aveva subito gravi modifiche, grazie agli interventi di Renzi-Madia.Il testo approvato alla Camera obbliga i Comuni a consegnare l’acqua ai privati. Ben 243 deputati (Partito Democratico e Destra) lo hanno votato, mentre 129 (Movimento Cinque Stelle e Sinistra Italiana) hanno votato contro. A nulla è valsa la rumorosa protesta in aula dei Pentastellati.
Segue...       

:: COMUNICATO DI PADRE FILIPPO IVARDI DAL CIAD  
Carissimi abbiamo davvero bisogno della vostra preghiera e amicizia.... il paese sta vivendo una tensione crescente in attesa dei risultati elettorali..questa sera e' venuto a trovarmi il responsabile della nostra comunita di Biltine che sta fuggendo a sud...ha denunciato i brogli elettorali a Biltine e sono venuti a cercarlo dalla capitale per farlo fuori...ora ha cambiato numero di telefono e fugge per nascondersi al sud...sua moglie e i bambini si rifugeranno da noi....ieri notte un attivista dei diritti umani e' stato rapito e torturato a Mongo per aver denunciato i brogli...in capitale il presidente della Ceni si e' rifugiato all ambasciata francese perche minacciato....un gruppo di ribelli ciadiani in Libia ha annunciato oggi alla radio di fare irruzione con una ribellione se il presidente vince le elezioni...il principale oppositore Saleh Kebzabo e' circondato da militari nella sua casa di N Djamena...ci sono militari dappertutto...la nostra gente ha paura e alcuni partono per rifuguarsi a sud...intanto i vescovi tacciono...stiamo facendo pressione perche diano un messaggio al paese...
Segue...       

:: SALVARE IL BUON SAMARITANO!  

 

 

I personaggi della parabola del Buon Samaritano rappresentano diversi atteggiamenti o situazioni in cui si può trovare un essere umano. Il primo ad apparire in scena è l’uomo assalito e ferito dai briganti, che rimane tramortito al bordo della strada. Quest’uomo può rappresentare gli ‘scarti’, coloro che il sistema economico butta fuori dal mercato del lavoro perché non gli servono più.

Oggigiorno ognuno di noi è potenzialmente scartabile e smaltibile; nessuno più è al sicuro dalla voracità del Dio Mercato: se rimaniamo senza lavoro e senza soldi, siamo tutti esposti ad essere buttati fuori, anche chi fino a ieri godeva di una posizione privilegiata. Poi ci sono i briganti. L’uomo-brigante è il modello che ci propone la società: è l’uomo che ha un concetto consumistico delle relazioni umane: vede che tu puoi dargli qualcosa che gli interessa, e allora si avvicina per spogliarti e prendere ciò di cui ha bisogno; dopodiché se ne va e ti lascia lì mezzo morto. Il brigante crede di aver preso tutto quello che poteva rubare, ma in realtà c’è ancora tanta ricchezza in quell’uomo ferito…

Segue...       

:: L’INDIFFERENZA, PESO MORTO DELLA STORIA  

A Rovigo pochi giorni fa è stato chiuso il Centro d’ascolto per i senza dimora; quanto allo sportello Informahandicap, è già da un anno che aveva chiuso i battenti. Motivo? Non ci sono più soldi. E la reazione qual è stata? Silenzio, quasi nessuna protesta. Tanta gente dice: ‘Che si può fare? ormai i Comuni hanno pochi soldi’.

Ma non ci domandiamo perché i Comuni hanno pochi soldi? E’ una fatalità o è una precisa scelta dei grandi Poteri quella di fare in modo che, mentre il volume globale della ricchezza cresce, i soldi si accumulano in un circolo sempre più ristretto di persone, e quindi diminuiscono i fondi per le iniziative pubbliche?

A Padova la Giunta comunale ha abolito la Consulta per gli stranieri, che dava voce ai circa 25.000 immigrati residenti in città. Motivo? Il Comune ha pochi soldi. Poi, però, per altre iniziative costosissime, come quella ‘fantastorica’ di completare e rafforzare le mura di Padova, di soldi se ne trovano, eccome!

Segue...       

:: “Sognare e costruire insieme una ‘città bella’ ”  

 

Lettera aperta all’Amministrazione Comunale di Padova

 

Nei documenti del suo Magistero, papa Francesco ritorna spesso sul suo sogno di costruire tutti insieme una città bella. E’ un sogno cui spesso si contrappone un’altra visione di città. Infatti, da una parte,  ci sono ”città che offrono innumerevoli piaceri per una minoranza felice, ma che poi negano una casa a migliaia di nostri vicini e fratelli … Quanto fa male sentire che gli insediamenti poveri sono emarginati, o, peggio ancora, che li si vuole sradicare! Sono crudeli le immagini degli sgomberi forzati, immagini tanto simili a quelle della guerra!”  (I Discorso ai movimenti sociali).

Segue...       

Gli altri articoli...
 Titolo Data Hits
Lettera alle comunità della Famiglia Comboniana in Europa 14-04-16 125
Un'estate che fa per te - Campi estivi 2016 22-03-16 588
IL DIO PETROLIO E LA FOLLIA PASQUALE - Vivendo la Settimana Santa con papa Francesco - Lettera di Fr. Alberto Degan 26-03-16 292
Passando ... nel segno di Oscar - Lettera di P. Filo dal Ciad 23-03-16 272
LA MISERICORDIA CHE DA' VITA - Lettera di padre Christian Carlassare (Old Fangak, Sud Sudan) 18-03-16 290
 
Comunicati

Comunità
 News Autogestite
 Foreign peoples and languages
 Comunicati
 MailingList
 Chi siamo
 Banner Sito
 Indirizzi Comboniani
Su Strade di PACE
 Carovana Pace 2008
 Laboratorio 2005
 Carovana Pace 2004
 Carovana Pace 2003
 Giubileo Oppressi 2002
 Giubileo Oppressi 2000

MaterialidiPACE

Links
 


 


:: Torna Sopra ::
    sponsored by NIMWAVE