martedì 09 febbraio 2016  
 

Giovani in Cammino
 GIM
 OrmeGiovani
 Parola ai giovani
 Attività e Campi
Testimoni
 Testimoni della Carità
 P.Alex Zanotelli
 Lettere dalla Missione
Spiritualità
 Catechesi
 Veglie e Preghiere
 Teologia della Missione
 Sfide per Crescere
Mondo e Società
 Sud del Mondo
 Temi Speciali
 Approfondimenti
 Campagne
 Centro Docum. Freire

Cerca nel Sito

Campagne
Advertisement

 
::   Febbraio 2016: Donne in attesa, mamme che accolgono  
Durante il ponte dell’8 dicembre scorso con le ragazze e i ragazzi del GIM abbiamo vissuto alcuni di giorni di convivenza ospiti di alcune famiglie della parrocchia di San Giorgio di Piano, in provincia di Bologna. Di quei giorni davvero pieni e gioiosi potrei raccontare molte cose, ma nel mio cuore ne ho custodita soprattutto una: l’accoglienza che abbiamo ricevuto in particolar modo da parte delle mamme, le tante mamme che si sono prese cura di noi con attenzione e amore, senza neppure conoscerci.
Segue...       

::   BASTA GUERRE!  

ITALIA-LIBIA

BASTA GUERRE!

 

Siamo alla vigilia di un’altra guerra contro la Libia, “a guida italiana” questa volta.
Sembra ormai assodato che le forze speciali SAS sono già in Libia, per preparare l’arrivo di mille soldati britannici. L’operazione complessiva, capitanata dall’Italia, dovrebbe coinvolgere seimila soldati americani ed europei per bloccare i cinquemila soldati dell’Isis. Il tutto verrà sdoganato come “ un’operazione di peacekeeping e umanitaria. ”L’Italia, dal canto suo, ha già trasferito a Trapani quattro cacciabombardieri AMX pronti a intervenire. Il nostro paese-così sostiene il governo Renzi – attende però per intervenire l’invito del governo libico di unità nazionale, presieduto da Fayez el Serray. E altrettanto chiaro che sia il ministro degli Esteri, Gentiloni, come la ministra della Difesa, Pinotti, premono invece per un rapido intervento.

Segue...       

:: LETTERA AGLI AMICI - Missione a Napoli  

Carissimi,pace e bene!

Mi sembra giusto farvi partecipi del cammino che stiamo facendo con la nostra gente delle”periferie” di Napoli in questi ultimi mesi, densi di avvenimenti. Il tutto è iniziato il 6 settembre scorso con l’uccisione, alle quattro del mattino, in Piazza Sanità, di un ragazzino di 17 anni, Genny Cesarano. Questo per mano di una banda di otto giovanotti su moto che sparavano all’impazzata, colpendo Genny alla schiena mentre fuggiva .(Me lo ha raccontato uno dei giovani presenti in piazza) Sono le bande che terrorizzano il territorio per il controllo del mercato della droga(le chiamano oggi le baby-gang , stese, paranza dei bimbi. Avevo sentito nella notte quegli spari, ma mi sembravano i soliti botti da fuochi d’artificio(frequenti nel rione). Al mattino, quando scesi in piazza, mi fu subito detto che Genny era stato ucciso. Avvisai subito il parroco, don Antonio Loffredo, informandolo dell’accaduto. Era la domenica mattina. Quando arrivò, gli dissi :”Non mi sento di celebrare la Messa in chiesa, con il sangue ancora fresco sulla piazza.”(Avrei dovuto celebrare la Messa delle nove) Nonostante le proteste dei fedeli, non celebrai. “Sarebbe meglio- dissi poi al parroco- che noi preti celebrassimo un’unica Eucaristia in Piazza Sanità, antistante la Chiesa, dov’è stato ucciso Genny.”

Segue...       

:: MISNA chiude l'attività  

 

Lo staff di Giovaniemissione esprime tristezza e rammarico per la chiusura dell'Agenzia MISNA.

Giovaniemissione deve molto a MISNA, che ci ha accompagnato fin dalla nostra nascita.

MISNA ci ha insegnato che:

- la voce degli ultimi ha diritto di essere comunicata quanto quella dei potenti; 

- cooperando si può passare dall'indifferenza alla visibilità e internet può essere usata per questo;

- i migliori corrispondenti sono quelli che vivono sul campo e ne conoscono la complessità.

Senza MISNA mancherà una voce alternativa al monopolio delle comunicazioni delle grandi agenzie di stampa voci dei "potenti sui loro troni".

Siamo solidali con i lavoratori e ci auguriamo che le loro competenze ed esperienza non siano "sprecate".

Continuiamo a sperare che vi sia la possibilità di ripartire.

 Lo staff di giovaniemissione


:: Dalla Colombia  

Dalla Colombia
lettera di P
. Franco Nascimbene

Cari amici che mi seguite dall'Italia, è la mattina di Natale e sono sceso al centro di Bogotá da dove vi scrivo per farvi gli auguri di Natale, prima che sia... troppo tardi.
Da quasi sei mesi mi trovo in un  quartiere Afro della periferia sud di Bogotá ed ho dedicato questo tempo a visitare le famiglie nere della zona. Ho quasi finito la prima visita e sono arrivato alla conclusione, che nel raggio di 15 minuti a piedi intorno alla mia casa vivono circa 400 famiglie nere.

Segue...       

Gli altri articoli...
 Titolo Data Hits
Lettera di Padre Daniele Zarantonello dalla Colombia 30-12-15 395
IL SOGNO DELLA RINASCITA - Per un Natale all’insegna di una nuova umanità - Lettera di Padre Filo dal Ciad 24-12-15 255
VIVERE SOTTO LO STESSO CIELO - Lettera di Natale di Fr. Alberto Degan 11-12-15 408
“ARISING AFRICANS: IL RISVEGLIO DEGLI AFROITALIANI” - La testimonianza di due giovani afroitaliane 04-12-15 382
Dicembre 2015: Mia madre, il più bel regalo di Natale - OrmeGiovani ComboniFem - Monica De Spirito 02-12-15 499
 
Comunicati

Comunità
 News Autogestite
 Foreign peoples and languages
 Comunicati
 MailingList
 Chi siamo
 Banner Sito
 Indirizzi Comboniani
Su Strade di PACE
 Carovana Pace 2008
 Laboratorio 2005
 Carovana Pace 2004
 Carovana Pace 2003
 Giubileo Oppressi 2002
 Giubileo Oppressi 2000

MaterialidiPACE

Links
 


 


:: Torna Sopra ::
    sponsored by NIMWAVE