giovaniemissione.it

Modena 12 e 13 settembre

Modena 12 e 13 settembre

 

 Carovana NORDOVEST-TIRRENO

Modena

12 e 13 settembre

 

Queste pagine verranno aggiornate con tutte le informazioni utili per partecipare alla tappa della Carovana, torna a trovarci!!!

Immersione nelle realtà della città

Con il pensiero rivolto ancora alla veglia del giorno precedente e alle parole forti delle testimonianze dall’Africa, i carovanieri si sono mischiati alla folla del mercato di Novi Sad, a Modena, distribuendo volantini per la serata e materiale della Carovana. La vicina università ha fornito l’occasione di incontrare gli studenti che andavano a lezione. Pur nella consueta indifferenza di ogni città, l’accoglienza è stata generalmente buona. Dal più entusiasta, che era stato a Korogocho e conosceva Alex, al più simpatico che ci ha risposto: “Non potete chiedermi di saltare la partita del Modena per venire a sentire Zanotelli!”.

A contatto con i detenuti del carcere di Modena

Mentre alcuni carovanieri visitavano il centro di ascolto della Caritas, la comunità-famiglia La Faretra e la Casa della Carità, un altro gruppo ha incontrato una ventina di detenuti della Casa Circondariale di Sant’Anna grazie all’interessamento dell’associazione Porte Aperte che opera da tempo a contatto con i reclusi. Per la Carovana è stato molto importante entrare in un ambiente, come quello carcerario, che costituisce un mondo a parte, del quale molte volte si ignora l’esistenza. Dopo l’iniziale e normale senso di imbarazzo provato da parte dei giovani carovanieri – per tutti era la prima volta che si aprivano le porte di un carcere –, abbiamo vissuto un piccolo momento di presentazione reciproca.

All’incontro ha preso parte anche l’attore-scrittore Moni Ovadia, che il “pubblico”, composto in gran parte da giovani italiani e stranieri, ha accolto con grande amicizia.

Con profondità e umorismo, Moni Ovadia ha spiegato l’importanza di saper ridere di se stessi, della propria condizione umana e sociale, di saper anche fare ironia sugli altri. Un modo, questo, per affermare la pari dignità di tutti gli esseri umani.

Alla domanda “Ma tu ci credi in Dio?” rivolta da un giovane detenuto, l’attore ha risposto così: “Credo che Dio non sia più di tanto preoccupato se noi crediamo in Lui, quanto piuttosto se crediamo nell’Uomo. E questo è molto più difficile”.

Vita piena per tutti, anche a Modena

La tappa si conclude con una tavola rotonda nella parrocchia Beata Vergine Addolorata alla quale hanno preso parte padre Alex Zanotelli, Giuseppina Caselli direttrice della Caritas diocesana e il professore universitario Luciano Guerzoni. Pur con diverse sottolineature, i relatori hanno richiamato l’importanza di un impegno personale per uno stile di vita alternativo, associato però all’indispensabile impegno politico. Un vero cambiamento, infatti, nasce dalla persona ma deve anche tradursi in scelte e orientamenti delle istituzioni.
Programma della CarovanaIn evidenza

Domenica 12 settembre

Arrivo della carovana, proveniente da Torino, presso la parrocchia “Beata Vergine Addolorata” in via Rangoni, 26 - MODENA

ore 11:00 - Celebrazione eucaristia con la comunità parrocchiale della BVA

ore 13:00 - Pranzo nelle famiglie della parrocchia che ospitano i giovani “carovanieri”

Pomeriggio - Incontro della carovana con alcune realtà territoriali.

15:30/17:30 - Una rappresentanza della carovana, guidata dal brasiliano VALDECI, si sposterà presso la Casa di lavoro di Castelfranco diretta da Francesco D’Anselmo. E’previsto un concerto gospel del gruppo di Ferrara guidato dal sig. Rossano Malaguti.

ore 19:00 - Cena presso la parrocchia BVA a cura della cooperativa “La lantera di Diogene”

ore 21:00 - Veglia di preghiera per la pace con testimonianze dal mondo. Titolo: “Vita piena per tutti: adesso non domani”.  Luogo: parrocchia BVA, via Rangoni 26.

 

Lunedì 13 settembre

Mattino - Sensibilizzazione e incontro con la cittadinanza al mercato (parco Novi Sad)

ore 13:00 - Pranzo nelle famiglie che ospitano i giovani “carovanieri”

Pomeriggio - Incontro della carovana con alcune realtà territoriali. Coordina Federico Valenzano (Caritas di Modena)

14:30/16:00 - Incontro con i detenuti presso la Casa Circondariale “S. Anna”. Sarà presente Moni Ovadia. Coordina l’incontro Paola Cigarini del gruppo “Carcere-città”.

ore 21:00 - Tavola rotonda (con sede da confermare):  “Vita piena per tutti: adesso, non domani. Cammini di liberazione per la chiesa e al società civile” – Interverranno: un rappresentante di un’associazione di immigrati,  Paola Cigarini per “Carcere-città” e p.Alex Zanotelli. (altri testimoni devono ancora confermare)

 

* Sabato 11 settembre, in mattinata, nell’ambito della quattrogiorni dei giovani a Fiumalbo organizzata dalla diocesi, è prevista una testimonianza sulla carovana della pace. Saranno presenti i giovani di Maranello.

 

In cella pensando al futuro

Per il direttore della struttura penitenziaria la reclusione non basta: è necessario offrire un percorso credibile e presentare il lavoro come strumento di dignità e ripensamento. A Castelfranco una esperienza per mettere in contatto i detenuti con la realtà esterna

Gruppo "Carcere - Città"

Scheda informativa per conoscerne le idee ed i progetti

Progetto "Così Lontani, Così Vicini"

Per instaurare un nuovo rapporto tra società civile e giustizia

Condividi questo articolo:

Registrati alla newsletter