giovaniemissione.it

Testimoni del sogno di Dio

Padova, 08 Aprile 2000

Incontro G.I.M.

 

MOMENTO DI PREGHIERA INIZIALE

 

 

 

 

TESTIMONI DEL SOGNO DI DIO

 

 

Canto iniziale: IL DISEGNO

 

IO SOGNO

“Io sogno che un giorno gli uomini si solleveranno e finalmente capiranno che sono fatti per vivere insieme come fratelli.

Io sogno ancora, stamattina, che un giorno ogni nero di questo paese e ogni uomo di colore nel mondo intero, saranno giudicati in base al loro valore personale anziché sul colore della loro pelle, e che tutti gli uomini rispetteranno la dignità dell’essere umano.

Io sogno pure che la fraternità sarà qualcosa di più di alcune parole alla fine di una preghiera, e che anzi costituirà il primo punto da trattare nell’ordine del giorno legislativo.

Io sogno ancora che un giorno la giustizia scorrerà come l’acqua e la rettitudine come un fiume irruento.

Oggi sogno pure che in tutte le alte sfere dello Stato e in tutti i comuni governeranno dei cittadini eletti che amministreranno la giustizia, ameranno la pietà e percorreranno umilmente le vie del loro Dio.

Io sogno ancora che un giorno la guerra cesserà, che gli uomini trasformeranno le loro spade in vomeri di aratro e le lance in falci, che le nazioni non si scaglieranno più le une contro le altre e non progetteranno mai più la guerra.

Io sogno ancora che un giorno il leone  e lÂ’agnello si stenderanno lÂ’uno accanto allÂ’altro e che tutti gli uomini si sederanno sotto un pergolato o sotto i fichi, e che nessuno avrà più paura.

Oggi io sogno che anche ogni vallata sarà rialzata, e che ogni montagna e ogni collina verranno abbassate, che i sentieri accidentati verranno spianati e quelli tortuosi raddrizzati, che la gloria di Dio sarà rivelata, e che tutti gli uomini, finalmente riuniti, la vedranno…

Io sogno pure che grazie a questa fede saremo capaci di respingere lontano le tentazioni della disperazione e di gettare nuova luce sulle tenebre del pessimismo.

Si, grazie a questa fede saremo in grado di affrettare il giorno in cui la pace regnerà sulla terrà e la buona volontà si manifesterà a favore degli uomini.

Sarà un giorno meraviglioso, le stelle del mattino canteranno insieme e i figli di Dio grideranno di gioia.”

Martin Luther King

SALMO 146

 

Alleluia.

 

Loda il Signore, anima mia:

loderò il Signore per tutta la mia vita,

finché vivo canterò inni al mio Dio.

 

Non confidate nei potenti,

in un uomo che non può salvare.

Esala lo spirito e ritorna alla terra;

in quel giorno svaniscono tutti i suoi disegni.

 

Beato chi ha per aiuto il Dio di Giacobbe,

chi spera nel Signore suo Dio,

creatore del cielo e della terra,

del mare e di quanto contiene.

Egli è fedele per sempre,

rende giustizia agli oppressi,

dà il pane agli affamati.

 

Il Signore libera i prigionieri,

il Signore ridona la vista ai ciechi,

il Signore rialza chi è caduto,

il Signore ama i giusti,

il Signore protegge lo straniero,

egli sostiene l'orfano e la vedova,

ma sconvolge le vie degli empi.

 

Il Signore regna per sempre,

il tuo Dio, o Sion, per ogni generazione.

 

Gloria  al Padre

 

Spazio per le risonanze

 

Padre Nostro

 

L’uomo che non è capace

di sognare

è un povero diavolo,

un eunuco.

L’uomo che è capace di sognare

e di trasformare i suoi sogni in realtà

è un rivoluzionario.

L’uomo che è capace di amare

e di fare dellÂ’amore

uno strumento per il cambiamento

è anch’egli un rivoluzionario.

Il rivoluzionario quindi è un sognatore,

è un amante, è un poeta,

perché non si può essere rivoluzionari

senza lacrime negli occhi

e senza tenerezza nella mani

(Thomas Borge, Nicaragua)

 

Canto finale n°: CANZONE DI SAN DAMIANO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Condividi questo articolo:

Registrati alla newsletter