giovaniemissione.it

La mostra fotografica curata dai giovani del GIM e che potrai visitare per la prima volta al Festival della Missione di Brescia, dal 12 al 15 ottobre 2017.

Resistencia y Vida en una tierra bañada de sangre

mostra-fotografica-del-gim-al-festival-della-missione-12-15-ottobre2017.jpg

È questo il titolo dell’esposizione fotografica preparata dai giovani GIM (Giovani Impegno Missionario) che quest’estate hanno vissuto l’esperienza di un campo estivo sulle orme dei/delle martiri latino americani in Guatemala e El Salvador.

La mostra fotografica sarà presentata la prima volta durante il Festival della Missione (che si svolgerà a Brescia dal 12 al 15 ottobre 2017) nella casa dei Missionari Comboniani in Viale Venezia 112.

Oltre alla mostra fotografica i giovani del GIM organizzano anche un incontro con l’autore Anselmo Palini dal titolo "Guatemala e Salvador: dal sangue dei martiri frutti di pace e di giustizia" che si svolgerà sempre nella casa comboniana di Viale Venezia 112 domenica 15 ottobre alle ore 14.00.

L’esposizione fotografica si sviluppa a partire da tre parole chiave del viaggio.

SANGUE (LA SANGRE)

Il Sangue (la sangre) è quello versato da intere popolazioni per secoli, frutto della storia di oppressione che tutta l'America Latina ha vissuto e ancora vive sotto forme diverse. È il sangue di chi è rimasto schiacciato, di chi ha reagito, di chi è scomparso, dei martiri, famosi o sconosciuti, dei massacri, del popolo Maya e delle sue etnie. ll sangue come simbolo di violenza, perpetrata, ripetuta, strutturale. Il sangue come simbolo della paura, dell'impossibilità di scegliere per se stessi, di costruirsi un'alternativa, di essere liberi.

RESISTENZA (LA RESISTENCIA)

La Resistenza di chi ha impugnato le armi, di chi alza la voce, di chi rischia la propria vita per dare dignità alle vite altrui, di chi resiste ai margini delle strade, di chi soccorre ai margini delle strade, di chi resiste al peso della fatica di una vita nei campi, di chi cammina scalzo nel fango, di chi scala la montagna per un sorso d'acqua, di chi impasta il mais 3 volte al giorno tutti i giorni, di chi crede ancora nei propri sogni e ideali, di chi si impegna nel lavoro, di chi si impegna nello studio, di chi si impegna con la Parola, di chi accoglie ancora una volta. La resistenza di una comunità, la resistenza dei sorrisi dei bambini, la resistenza creata dall'arte.

VITA (LA VIDA)

La Vita è ciò che resiste oltre tutto. La vita è tutto quello che traspare dall'allegria, dalla lotta, dalla natura, dalla pioggia, dalle tradizioni, dall'accoglienza, dalle donne, dai volti, dagli sguardi, dagli abbracci, dalla preghiera. La vita di chi la dona, di chi la condivide. La vita è il mercato, i colori, le processioni, il cibo, il gioco, la memoria e vuole essere un tentativo di restituzione di tutto quanto vissuto ma anche un ulteriore passo di consapevolezza che porti successivamente i giovani a prendere impegni seri per la costruzione di un mondo di giustizia e di pace

Condividi questo articolo:

Registrati alla newsletter