giovaniemissione.it

E' molto entusiasmante

Lettera di Fratel Paolo Rizzetto da Wau - Sud Sudan

E’ MOLTO ENTUSIASMANTE!

 

 

 

Carissimi, saluti da Wau, Sud Sudan!

 

 

Naturalmente, come al solito mi ritrovo all'ultimo minuto per mandarvi poche righe in fretta ma sinceramente con il cuore.

 

Prima di dimenticarmene, nella frenesia di voler comunicare tante cose, vi mando il più sincero augurio di BUONA PASQUA DI RESURREZIONE! Spero che questi auguri vi trovino bene ed in buona salute, impegnati nei luoghi della Vita, con le persone che vi sono care e che condividono con voi.

Qui tutto procede bene. L'evento più significativo di quest'ultimo periodo e' stato l'arrivo del nuovo gruppo di studenti infermieri, che hanno cominciato il loro corso a gennaio 2013. Ora la scuola è al completo, nel senso che tutte le classi sono nell'Istituto (4 classi di infermieristica: primo, secondo, terzo anno e... finalisti; 1 classe di ostetrici/che). Tra poche settimane la situazione cambierà: i finalisti... finiranno! Solo il primo anno rimarrà in sede perchè gli altri gruppi saranno inviati per il loro tirocinio pratico.

E' molto entusiasmante vedere questi giovani uomini e donne che si preparano a servire il loro Paese e la loro Gente nella professione infermieristica e come ostetrici. E' questo per me un grande segno di Resurrezione per il Sud Sudan, dove la cura della Vita, in differenti forme si fa strada tra difficoltà e sfide, non ultima quella di una più facile carriera nel mondo delle varie organizzazioni non governative, che spesso portano via il personale più qualificato.

C'e' molta energia nella scuola al momento e questo ci riempie di speranza per il futuro. Condivido con voi la gioia di aver visto l'inaugurazione del nuovo reparto di maternità del St Daniel Comboni Hospital, l'ospedale diocesano, la settimana scorsa. In una settimana ci sono stati circa 30 parti. I più contenti sono gli studenti di ostetricia che hanno varie possibilità di assistere ad un parto normale! Scherzi a parte, anche se non sono a tempo pieno impegnato nell'ospedale, è bello vedere che la gente abbia riposto fiducia in questa struttura, che speriamo possa contribuire ad influire positivamente sulla salute delle persone.

Penso che non ci sia veramente altro da dire.

Solamente, ringrazio tutti coloro che mi stanno accompagnando in differenti modi in questa condivisione di vita.

Vi auguro di nuovo una serena e felice Pasqua. So di ripetermi, ma da quando ho letto questa espressione in un libro di Don Tonino Bello, credo davvero che Pasqua sia "la festa dei macigni rotolati".

Spero che lo stare assieme (anche se da lontano) e la bellezza che possiamo sempre scoprire nella nostra vita, ci convinca che Qualcuno ha veramente il potere di rotolare via ciò che opprime e chiude il nostro cuore.

 

BUONA PASQUA DI RESURREZIONE A TUTTI, CON UN ABBRACCIO.

 

Frat. Paolo Rizzetto, MCCJ da Wau, Sud Sudan

 

Condividi questo articolo:

Registrati alla newsletter