giovaniemissione.it

Mbi bala ala
(io saluto voi in sango)
 
In questo tempo di Quaresima abbiamo ricevuto la GRAZIA di vivere momenti di GIOIA...domenica 19 marzo, due figli del Centrafrica, Dreyfus e Romain sono stati consacrati missionari comboniani dall'arcivescovo di Bangui cardinale Dieudonné Nzapalainga. La parrocchia comboniana di Nostra Signora di Fatima era addobbata a festa e straripante di gente fin dal mattino presto, per vivere la GIOIA

Gioia e dolore

giorno 59 rimanenti 1041 - h.17.00 ora di Bangui

Mbi bala ala

(io saluto voi in sango)

 

In questo tempo di Quaresima abbiamo ricevuto la GRAZIA di vivere momenti di GIOIA...domenica 19 marzo, due figli del Centrafrica, Dreyfus e Romain sono stati consacrati missionari comboniani dall'arcivescovo di Bangui cardinale Dieudonné Nzapalainga. La parrocchia comboniana di Nostra Signora di Fatima era addobbata a festa e straripante di gente fin dal mattino presto, per vivere la GIOIA del momento, che non avviene tutti gli anni e mai é avvenuta una doppia consacrazione, segno che anche in mezzo alle difficoltá la Chiesa centrafricana e la famiglia comboniana piano piano crescono. La domenica successiva (26 marzo), nella cattedrale di Bangui, l'altro DONO di GIOIA ricevuto é stata l'ordinazione episcopale del nuovo vescovo della diocesi di Bambari, un nuovo pastore per il popolo sperduto di quella zona che vive ancora momenti turbolenti di instabilitá e di insicurezza, momenti di GIOIA vissuti con balli, canti, danze, vestiti sgargianti, battiti di mani, tamburelli, cori, ma il popolo partecipa con grande coinvolgimento anche ai momenti di DOLORE tipici della Quaresima, le confessioni, le Via Crucis e il Triduo pasquale, soprattutto le donne e le mamme inginocchiate per tutta la celebrazione sui mattoni della cattedrale o sulla terra rossa del cortile della parrocchia di Fatima. I missionari comboniani dicono che la SOFFERENZA e il DOLORE della storia centrafricana, non solo passata ma anche quotidiana, li porta a immedesimarsi molto nella storia di quell'Uomo picchiato, torturato, ucciso e crocifisso.  Ma dopo i momenti di DOLORE, é tornata la GIOIA sia nella Veglia di Pasqua che nella Messa del mattino con balli, danze, il fuoco, la luce, l'aspersione con l'acqua, il coro che canta l'Alleluia perché la VITA vince sulla morte, la GIOIA vince sul DOLORE...

Buona Pasqua a tutte e a tutti da Bangui: capitale spirituale del mondo!

Un saluto, un abbraccio, un bacio, una preghiera e un GRAZIE...

 

Simone LMC

Condividi questo articolo:

Registrati alla newsletter